Si è svolto nei giorni 29, 30 e 31 di Agosto presso il Palacolor sul lungomare di Pellaro il torneo NBA 3×3 organizzato dalla redazione di Just Basket.
Archiviata questa positiva esperienza è tempo di resoconti. La manifestazione ha visto la partecipazione di oltre 60 giocatori, giovani promesse e veterani del basket nostrano, per un totale di 16 squadre divise nelle categorie Open, Under 14 e Misto.
La prima giornata ha inizio con la presentazione del torneo e la consegna delle maglie targate “NBA 3×3” ai rispettivi ai partecipanti. Le prime partite vedono protagoniste le categorie Under e Misto, si sfidano per il girone “East” i Boston Celtics di Nwankwo , Chicago Bulls di Gelonese ed i Philadelphia 76ers con Romanò sugli scudi. Nel girone “West” troviamo i Golden State Warriors guidati dal duo Idone-Nicolò rispettivamente primo e secondo nella classifica marcatori alla fine dei 3 giorni, i San Antonio Spurs con Vigo, i Sacramento Kings dei Saieva ed infine i Phoenix Suns.
Mattatori assoluti i Warriors che collezionano 3 vittorie su 3 nel girone di andata con ampi scarti in tutte le partite, bene anche i 76ers che ne vincono 2 su 2.
Per quanto riguarda l’Open è massiccia la partecipazione, con il girone “East” composto dai Chicago Bulls capitanati da un solido Cimino, i Milwaukee Bucks di un Violani che sarà costante trascinatore dei suoi, i Charlotte Hornets che si dimostrano la squadra da battere con giocatori che hanno ben figurato in serie D come Crupi e Triolo, la grinta di Barreca e il pivot Scorza. I Detroit Pistons schierano uno dei migliori play visti al CSI Free, Antonio Pirrotta ed infine gli Orlando Magic che schierano l’MVP della scorsa stagione del Free Francesco Minniti, in squadra con Giorgio Logiudice e Giovanni Simone (essenziale il suo contributo anche per lo svolgimento della manifestazione). Nel girone “West” troviamo i Minnesota Timberwolves a trazione Fortitudo Pellaro composti dal miglior marcatore Lombardo, Baakouk, Pupa e Russo. I Portland Trail Blazers schierano Bagnato e il super Zappellini, Houston Rockets con De Marco ed i Dallas Mavericks di Romeo. Girone di andata che vede dominare nell’ East i Charlotte Hornets ed i Bulls che bombardano di triple i propri avversari. Dall’altra parte invece, i Minnesota ne portano a casa 3 su 3 vincendo di soli due punti contro i mai domi Rockets.
La seconda giornata è dedicata alle partite di ritorno dei vari gironi e quindi è stata quella che ha determinato i passaggi alle fasi finali.
Partite intense quelle disputate dai più piccoli che hanno visto primeggiare alla fine dei conti i Chicago ed i San Antonio nei rispettivi gironi. Alle fasi finali accedono quindi:
76ers, Suns, Warriors e Spurs per la categoria Under mentre per il Misto la finale sarà tra Chicago e Boston.
Succede di tutto nella categoria Open dove inizialmente gli Hornets dominano il girone d’andata. Ma nel ritorno i Bucks riescono a sovvertire i favori del pronostico contro gli stessi Hornets, vincendo con un ampio scarto grazie alle triple a ripetizione di Laiacona, Labate e Violani. Rispondono alla stessa maniera i Bulls che vincono grazie al solito Cimino e alle bombe di Mascianà, probabilmente caricati dal piccolo infortunio subito da Malavenda che fino a quel momento era stato ottimo. Situazione complicata alla fine dei giochi con le tre squadre a pari punti (5v-2p) e passaggio del turno deciso dalla differenza canestri, che consente a Hornets e Bulls di accedere alle semifinali. Nell’altro girone i Minnesota dimostrano la loro forza caratterizzata da un gioco fluido che valorizza le triple di Baakouk e l’arsenale offensivo di Lombardo, passano come primi dominando contro chiunque. Secondi alle loro spalle i solidissimi Portland. Sono queste le squadre che accedono alle semifinali.
Il programma della terza e conclusiva giornata prevede le semifinali e finali Under e la finale del Misto, gara del tiro da 3 e gara del tiro da centrocampo.

Negli Under le semifinali sono vinte dai Warriors che si impongono col risultato di 8-3 su Philly al termine di una partita tirata e dagli Spurs, vincitori per 5-1 sui Suns grazie ad una solida difesa.
Finale ¾ posto aggiudicatasi dai ragazzi che rappresentano i 76ers al termine di una delle più belle partite di questa categoria con il punteggio di 8-6 sul team di Phoenix.
Al contrario di quanto ci si poteva aspettare la finale viene vinta dai Warriors sugli Spurs con ampio margine, punteggio di 10-3 che mette il sigillo sul dominio che il giallo-blu hanno esercitato per tutte le partite del torneo.
La finale del Misto è aggiudicata dai Chicago Bulls, vincenti per 8-4 sui Celtics.

All’intervallo tra le finali delle varie categorie si sono disputate la gara del tiro da 3 e da centrocampo. La formula della prima prevedeva 15 tiri in totale, 3 per ognuna delle 5 classiche posizioni con l’ultima palla che aveva il doppio del valore. A vincere è stato Danilo Labate, che con il punteggio di 18 ha avuto la meglio sui più quotati Cimino che ha raggiunto quota 15, Laiacona Achille e Triolo. Nella gara del tiro da centrocampo fa il bis Davide Laiacona che vince anche in questa manifestazione, dopo essersi aggiudicato il titolo anche nella passata edizione del torneo organizzato dai Total Kaos. Da segnalare anche qui l’ottima prestazione di Cimino.

Tempo di semifinali, da una parte si affrontano i forti Charlotte Hornets e i Trail Blazers, dall’altra i Bulls si scontrano contro i Timberwolves.
Nella prima semifinale eroica la prestazione di Bagnato e Zappellini, che in due per quasi metà partita riescono a tenersi sempre a contatto con gli Hornets che non riescono a scappare. Alla fine la gara termina col punteggio di 19-15 in favore degli azzurri che sfruttano i centimetri di Scorza e Crupi.
Nell’altra semifinale Minnesota riesce a battere la resistenza dei Chicago col solito gioco collettivo, marchio di fabbrica di coach Russo, riuscendo ad armare la mano infuocata di Lombardo. Gara che termina col punteggio di 12-7.
Finale ¾ posto tra Bulls e Blazers, vinta da questi ultimi di un solo punto (13-14). Bagnato segna costantemente, dall’altra parte Cimino e compagni ripagano con la stessa moneta. Nel finale sale in cattedra Zappellini che grazie al giusto mix di esperienza e grinta prende per mano i suoi guidandoli fino al terzo posto.

La finale del torneo è disputata tra le squadre che alla vigilia erano considerate più forti, Charlotte e Minnesota. Partita all’inizio un po’ bloccata, probabilmente dovuto anche alla stanchezza. I team faticano a imporre il proprio ritmo, ne viene fuori una partita dal punteggio basso in cui emerge la fisicità. Scorza e Baakouk battagliano nel pitturato, Lombardo prova a trascinare i suoi ma è ben contenuto dalle rotazioni difensive degli Hornets. Alla lunga vengono fuori i centimentri e la velocità di Gianni Crupi, imprendibile in penetrazione.
Vincono così gli azzurri, col punteggio di 9-3. Ottimo torneo per entrambe le squadre e pronostici rispettati.
Finisce così il primo torneo NBA 3×3 by Just Basket, organizzato dalla nostra redazione grazie anche al contributo del CSI. È stata una manifestazione all’insegna del divertimento, della sana competizione e del rispetto. Esperienza positiva per noi che lo abbiamo organizzato e ci abbiamo lavorato, grazie alla quale prenderemo spunto per migliorare. Grazie a tutti coloro i quali hanno partecipato, hanno assistito ed hanno collaborato con noi. Al prossimo anno!