La voglia di riprendere a centrare il canestro, a bloccare ed esplodere di gioia per uno step back vincente era tanta, tantissima. Con ugual misura per giocatori, arbitri ed organizzatori.

Ed ecco che supportati dall’impeccabile abnegazione dei vertici  ASC e dall’ospitalità della società Lu.ma.ka di Reggio Calabria la nuova Commissione Pallacanestro Asc composta da Giovanni Simone, Pia Basile e Luca Princi è riuscita ad organizzare il I storico torneo di pallacanestro per questo ente di promozione sportiva.

La presenza è stata discreta. Complici il periodo di non ancora totale normalità legata alla situazione covid, gli impegni scolastici e quelli cestistici di federazione in corso, l’adesione non è stata massiccia. Ma di certo è un ottimo inizio, il che fa ben sperare per il prossimo futuro.

Sarà un’estate ricca di avvenimenti targati ASC che promuoveranno oltre alla tantissime discipline sportive da sempre punto cardine di questo ente di promozione sportiva anche la neonata pallacanestro.

Le squadre si sono sfidate suddivise per categorie : Under 16 e Over 16. E l’intensità di gioco e la voglia di vincere sono arrivate a livelli altissimi. Dopo la prima giornata di Sabato 19 Giugno dedicata alle interminabili gare valide per le qualificazioni si è dato vita alle gare finali di Domenica 20 mattina.

Poco prima delle finali si è svolta la consueta gara di tiro da tre punti, vinta dall’infallibile Christian Vigo in forza alla società NB Soccorso e presente al torneo con alcuni compagni di squadra sotto il nome “TEAM PACCHETTO”.

Le finali hanno visto prevalere negli under la squadra denominata Jumping Green, composta da 4 elementi militanti nei campionati giovanili FIP proprio con la società Jumping di coach Musitano e presidente Gira.

Al secondo posto il già nominato TEAM PACCHETTO e al terzo posto altri tre fortissimi giocatori della Jumping che per l’occasione si sono iscritti come JUMPING WHITE.

Nel torneo OVER ha fatto la voce grossa la “LAST MINUTE” un team inedito messo su proprio all’ultimo istante dal funambolico e sempre decisivo Ciccio Triolo, fortissimo elemento della Stingers ASD. Assieme a lui i due Martino e il sempre presente Violani.

In finale se l’è vista contro gli “ANTIBASKET” una selezione proveniente dalla LUMAKA che ha davvero ben figurato. Lo scarto di un solo punto dimostra come Irrera, Campolo , Surfaro e Calarco abbiano combattuto ad armi pari contro i più quotati vincitori.

Al terzo gradino del podio si è classificata la squadra denominata “C’E’ UNA MACCHINA DA SPOSTARE” nelle cui fila erano presenti FARACI, CIMINO, COTRONEI e ROGOLINO.