IL RESOCONTO DOPO UNA PRIMA PARTE SPEZZETTATA DEL CAMPIONATO OPEN

Primi bilanci nel campionato di Csi Open, il 2019 ha archiviato le prime cinque giornate e delineato  parzialmente i valori delle squadre. Alla fine del girone di andata mancano ancora due turni da disputare in modo da avere un primo quadro della situazione. Attualmente troviamo in testa con 15 punti la Magic Basket, frutto di 5 vittorie su 5. La squadra di Coach Sant’Ambrogio non ha bisogno di presentazioni, si dimostra ancora una volta il team da battere sbaragliando la concorrenza e vincendo lo scontro diretto contro la Fortitudo Amissima Pellaro guidata dal duo Costa-Lombardo. I “falchi” dal canto loro hanno dato del filo da torcere ai rossoblù perdendo sul finale di una partita combattutissima. Ad oggi hanno giocato una partita in meno rispetto alle altre compagini (da disputare contro la Vis, stasera ore 21:15 al Palacolor) ed occupano il secondo posto assieme a Gallinese, Reghion ed Evergreen . Nonostante questo sembrano essere proprio loro i principali antagonisti della più quotata Magic. La Gallinese con gli innesti ex Aleandre/Noir/Piky Sergi, Soldatesca, De Stefano e Postorino ha innalzato il livello di un roster di per sé già completo. Le vittorie molto convincenti contro Evergreen e Reghion la elevano a terza forza  del campionato, la squadra di coach Casile può rappresentare un pericolo di non poco conto per le prime della classe.

Anche i neroarancio dei Total Kaos vantano nel loro roster nomi importanti a partire da coach Rugolo, passando per giocatori del calibro di Pellicanò, Geri e Meduri. Attualmente si trovano a 9 punti, frutto delle vittorie contro Vis, Taurianova e Mediterranea ed attendono le partite contro Fortitudo ed Evergreen vogliosi di dimostrare il proprio valore. La sensazione è quella che la Reghion debba ancora esprimere completamente il proprio potenziale, con il supporto dei propri tifosi sicuramente promettono scintille. Gli Evergreen della leggenda Mario Porto sono privi di nomi altisonanti ma grazie  alla classe infinita di Fabio Cilione partono bene con 3 vittorie consecutive contro Taurianova, Vis e Mediterranea ma perdono contro la Gallinese provando una rimonta che si spegne sul -5; vengono sconfitti anche dalla più quotata Pellaro producendo, per lunghi tratti, un gioco che non gli appartiene. Il nuovo anno per loro può rappresentare un rilancio rispetto alle ultime uscite.

A 6 punti troviamo il Nuovo Basket Taurianova, una squadra che in estate ha perso il three pointer Pricoco trasferitosi in serie D a Gioia Tauro. Nonostante questo lo spirito della squadra rimane lo stesso, sempre combattiva, non molla mai fino alla fine esprimendo anche un bel gioco corale.

Sturniolo e soci per questa seconda parte di campionato potrebbero rappresentare una mina vagante  potendo far perdere punti a diverse squadre, soprattutto in casa.

Ultime a 0 punti troviamo Vis e Mediterranea. I ragazzi di Di Bernardo sono la sorpresa negativa di questa prima parte, non bastano Stracuzzi e Cannatà ad indicare la via della vittoria.

Il nuovo anno per loro dovrebbe portare un cambio di marcia, anche perché la qualità del roster non è sicuramente da 0 punti. Bisogna ricordare che la Vis deve recuperare una partita, se pur proibitiva, contro la Fortitudo Pellaro e scontrarsi contro la Mediterranea. I 3 punti potrebbero arrivare presto per il team di coach Teresa Nicosia. Gli universitari, invece, presentano poche ambizioni per questo campionato ma ne incarnano pienamente lo spirito. Uno spirito di divertimento, gioia e voglia di condividere con gli avversari una passione stupenda come quella per il basket. Sicuramente la Mediterranea non vincerà il campionato ma rappresenta una delle più belle realtà del  torneo. Il CSI Open non si ferma qui, siamo solo agli inizi, sta acquistando sempre più visibilità grazie alla presenza di personaggi che fanno parte della storia del basket reggino e calabrese.

Regala partite combattute, intriganti dimostrando di essere uno dei campionati più importanti del nostro panorama.